Seleziona una pagina

Ciao! Sono Andrea Pettirossi, nel corso di questo articolo ti parlerò di come ridurre il dolore dell’emicrania senza assumere farmaci. Sono molto anni che mi occupo della risoluzione di queste problematiche, e nei paragrafi successivi scoprirai che esistono diverse tipologie di mal di testa, molte delle quali hanno una stretta correlazione con il tratto cervicale. Questo significa che se una cefalea è causata o peggiorata da una disfunzione del tratto cervicale, se miglioriamo quella disfunzione riusciamo a migliorare la sintomatologia della cefalea stessa!

Cos’è l’emicrania?

Quali sono i mal di testa che si possono trattare con la fisioterapia?

Quali sono le tecniche più utilizzate?

Quali sono i test per capire se hai problematiche cervicali?

Quali sono gli esercizi che effettuano i nostri pazienti?

 

Cos’è l’emicrania?

L’emicrania è una condizione clinica caratterizzata dalla comparsa di dolore, pulsante, su un lato del cranio. Molto spesso i pazienti riferiscono un lato più soggetto agli attacchi dolorosi. Ha una prevalenza di circa il 15% ed è molto prevalente nelle donne, con un rapporto di 3:1 sugli uomini. Gli attacchi hanno una durata che varia dalle 4 alle 48 ore.

Disfunzioni di origine cervicale ma anche stress, variazioni ormonali, clima, digiuno, assenza sonno e assunzione di alcool sono alcuni dei meccanismi alla base di questa problematica.

L’emicrania è una delle 12 forme di mal di testa riconosciute dalla classificazione internazionale del mal di testa.

 

Quali sono i mal di testa che si possono trattare con la fisioterapia?

Oltre all’emicrania, come abbiamo già scritto nel nostro articolo sulla cura del mal di testa con la fisioterapia, ci sono altre tipologie di mal di testa su cui possiamo intervenire. Queste tipologia di cefalea sono:

  •  di tipo tensivo Si ha sensazione di morsa che stringe sulle tempie o di fascia che comprime tutta la testa.
  •  da ATM: come suggerisce il nome, è una cefalea provocata da una disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare. La sintomatologia dolorosa si aggrava con il movimento della mandibola o dalla palpazione dei muscoli che la muovono.
  •  cervicogenica: il dolore è unilaterale. Ha una diretta correlazione con problemi di movimento al tratto cervicale.
  • nevralgia occipitale: il dolore è in direzione postero anteriore, dal collo si dirige verso la parte superiore della testa. Spesso arriva fino agli occhi. Il dolore è di breve durata ma molto intenso.

 

Il dolore non è l’unico sintomo, possono verificarsi anche: formicolii, bruciori, alterazione della vista e dell’udito.

In molti casi assistiamo a situazioni di cefalea multipla poiché sono presenti forme diverse di cefalea in una stessa persona.

La fisioterapia è indicata nel trattamento di queste tipologie di mal di testa poiché può ridurre, del tutto o in parte, la frequenza e l’intensità del dolore.

 

Quali sono le tecniche più utilizzate?

Le tecniche più utilizzate in questo tipo di trattamento sono tecniche manuali che vanno a trattare dei dolori di origine muscolare (“trigger point“) oppure problematiche di natura più articolare.

Quali sono i test per capire se hai problematiche cervicali?

Si tratta di test specifici che servono ad analizzare la mobilità del tratto cervicale dell’articolazione temporo -mandibolare e test palpatori per esaminare il sistema muscolare della testa, della schiena e del collo.

Quali sono gli esercizi che effettuano i nostri pazienti?

Ci teniamo a sottolinearlo spesso, non è detto che il tuo mal di testa possa trovare giovamento dalla fisioterapia, per questo è necessaria un’attenta valutazione. Gli esercizi che consigliamo ai nostri pazienti hanno l’obbiettivo di ripristinare il giusto equilibrio di forze nell’apparato muscolare del collo, quindi ci sono esercizi che servono a rinforzare muscoli che sono troppo deboli ed esercizi che servono ad allungare muscoli che risultano essere troppo tesi.

Qui di seguito puoi vedere alcuni esercizi di rinforzo muscolare che puoi provare a fare a casa 😉

Esercizio per gli estensori del tratto cervicale.

 

Esercizio che puoi eseguire in piedi (a casa o anche in ufficio) per i muscoli flessori profondi del tratto cervicale.

 

 

Se anche tu sei stanco di assumere farmaci e vuoi migliorare i sintomi del tuo mal di testa, contattaci subito troveremo il modo migliore per aiutarti 🙂